Archivi

Il mio ciliegio

Neve di petali

Imbianca il giardino

Corone sfrante

Da un alito di vento

Qua e là

Occhieggiano timide pratoline

Mentre api golose suggono

Grappoli di confetti glassati.

Com’è maestoso il mio ciliegio

Che resiste alle intemperie,

Esplosione di bellezza

In questa primavera che ritorna.

Altrettanto non è la vita umana

Paragonata all’Eternità.

 

Annunci

Tristezza

E’ in mattine come queste

che ti capita di domandarti

se pesi più la tua anima

d’una piccola porzione di cielo

se la brina sospesa sulle tue ciglia

Le vesta del pianto silvestre

Impedendone l’umano.

E’ in mattine come queste

Che ti capita di sentire la tua vita

Più arida e leggera di una foglia secca

E di soppesare la tua tristezza

Più evanescente ed eterea

Di un vapore acqueo.