Archivi

Un libro al giorno: Una ghirlanda per ragazze

71-YhBrNygL

 

 

Queste storie sono state scritte per mio personale diletto durante un periodo di forzato isolamento. I fiori che erano mia consolazione e mio piacere mi hanno suggerito i titoli per i racconti e hanno fornito maggior motivo d’interesse al mio lavoro.
Se le mie ragazze troveranno un poco di bellezza e di calore solare in questi piccoli boccioli, la loro vecchia amica non avrà creato la sua Ghirlanda invano.

Un libro al giorno: Garden Party

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

E d’altra parte il tempo era ideale. Non avrebbero potuto avere una giornata più adatta per una festa all’aperto se l’avessero ordinata per l’occasione. Senza vento, calda, neanche una nuvola in cielo. Soltanto: l’azzurro era appannato da una leggera nebbiolina dorata come accade sempre all’inizio dell’estate.

Il giardiniere era in piedi dall’alba, aveva falciato e rastrellato i prati finché l’erba e le corone di terra scura dove prima c’erano le margherite parvero risplendere.

Quanto alle rose, sembrava come che sapessero d’essere gli unici fiori che tutti conoscono. A centinaia, davvero, a centinaia ne erano spuntate durante la notte; i cespugli verdi si inchinavano fino a terra come se fossero stati visitati da un arcangelo.

Un libro al giorno: Un sacco di benedizioni

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Quando Dio creò l’uomo
Aveva vicino un sacco di benedizioni;
Versiamo (disse) su di lui quanto più possiamo;
Lasciamo che i beni del mondo, ora sparsi,
Si raccolgano nella durata di una vita.

Poesia di George Herbert

(Barbara Pym, Un sacco di benedizioni).

Una domenica nell’Essex

Nessuna descrizione della foto disponibile.

C’era un unico modo per ricondurre alla ragione Alexandra ed era quello di portarla a Londra per la stagione e farla debuttare in società. Un’esperienza così straordinaria avrebbe fatto perdere la testa, o ritrovarla, a qualsiasi giovane donna e sua figlia non sarebbe stata da meno… Abiti nuovi e acconciature alla moda avrebbero trasformato il brutto anatroccolo in un cigno

Un libro al giorno: Cranford di Elizabeth Gaskell

90982769_2640463432867751_9084849982825037824_o

A badare che nei giardini curati vi sia una profusione di fiori scelti, … a mettere in fuga ragazzini intenti a guardare vogliosi i suddetti fiori, …ad avventarsi sulle oche, … a decidere tutte le questioni letterarie o politiche senza angustiarsi… a venire a sapere per filo e per segno i fatti di ogni parrocchiano; a tenere mirabilmente in ordine le linde domestiche; a usare gentilezza ( parzialmente tirannica) nei confronti dei poveri, e a reali gesti di aiuto quando uno di loro si trovi in difficoltà, sono più che sufficienti le signore di Cranford. Come mi sono sentita dire una volta da una di loro, “Un uomo è talmente d’ingombro in casa!”

La fattoria delle Magre Consolazioni

Nessuna descrizione della foto disponibile.

L’alba strisciava sulle Colline come un animale bianco e sinistro, seguita dagli ululati feroci del vento che rosicchiava la strada tra i rami neri dei biancospini. Il vento pareva essere la voce furiosa di questa giacca luce animalesca che metteva a nudo abbaini e sguatteri della Fattoria delle Magre Consolazioni.
…”Non ci sono pane e burro e un po’ di tè? Il porridge non mi attrae granché…si direbbe che ne sia stato sparso un bel po’ ovunque stamattina, vero?”

 

Si sedette sul gradino, appoggiandosi comodamente alla scala e fissando i rami scuri del biancospino. La parte inferiore era in ombra, quella superiore mostrava i fiori bianchi e le verdi foglie tese verso gli ultimi raggi dorati del sole. Poteva vedere i fiori e le foglie sfavillare contro la purezza del cielo.

Le ombre lentamente si allungavano. Un profumo leggero e dolce proveniva dall’erba e dagli alberi. Gli uccelli iniziarono il loro canto serale. Il sole era quasi scomparso dietro lo scuro profilo delle siepi, nella zona più lontana del campo.

Lei alzò lo sguardo per un momento verso la vellutata volta blu del cielo di mezza estate. Non una nuvola offuscava la sua solenne vastità. L’indomani sarebbe stata una magnifica giornata.