Due occhi azzurri

 

due occhi azzurri

Al di là, c’erano simili pendii ed erba simile, e poi il sereno mare impassibile, visibile fino a un’ampiezza di metà dell’orizzonte, che incontrava lo sguardo con l’effetto di una vasta superficie concava, come l’interno di un vascello azzurro. In lontananza si ergevano rocce isolate, ghermite alla base da un collare di schiuma, che ripeteva nel suo biancore il piumaggio di un’infinita moltitudine di gabbiani, volteggianti con inquietudine all’intorno

(Due occhi azzurri, Thomas Hardy, Fazi editore, p. 40).

20746109_1986188068295294_1756787542263414480_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...