Shakespeare e Jane Austen

Da Il genio di Harold Bloom:

L’ironia di Jane Austen scaturì dall’interiorità drammatica di Chaucer e Shakespeare.

La Austen è tuttavia figlia di Shakespeare: le sue eroine resistono alla storicizzazione e sono tra le immagini più rare di libertà interiore.

Come Rosalinda Elizabeth Bennet è arguta, amabile, florida nello spirito e nel sentimento.

Tre autori sembrano immuni al declino della vera lettura: Shakespeare, la Austen e Dickens.

Pochissimi romanzieri ci hanno regalato due o tre miracoli di personalità. Secondo i miei calcoli Shakespeare ce ne ha offerti quasi duecento, la Austen nei suoi cinque romanzi più importanti, più di trenta.

Nessun romanziere comico è riuscito a fare di meglio. Nemmeno Dickens seppe inventare un personaggio paragonabile al magnifico signor Collins.

La maestria del prospettivismo è infatti un’altra delle sue doti shakespeariane.

Immagine

Annunci

3 thoughts on “Shakespeare e Jane Austen

  1. Ciao,

    ho trovato questo articolo girovagando nel tag “Jane Austen”. Ti scrivo per chiederti il permesso di linkarlo nel mio aggregatore settimanale di notizie su Jane Austen (di solito metto il link dell’articolo o del post e aggiungo due parole di commento). Fammi sapere, grazie!

    Austenismi

  2. Pingback: Aggregatore #2 [21-27 aprile] | Austenismi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...